La non rimborsabile (non-refundable rate) è una policy che prevede il prepagamento dell’intero import del soggiorno senza possibilità di un futuro rimborso in caso di cancellazione.

Normalmente la tariffa non rimborsabile ha un prezzo decisamente scontato rispetto alla BAR (best available rate) ed è disponibile soltanto per date di soggiorno selezionate in precedenza.

Con questa strategia l’intento è quello di vincolare il cliente offrendogli uno sconto allettante rispetto alla tariffa base che ha invece una cancellazione gratuita. Se il cliente prenota una non rimborsabile è evidente che dovrà quindi versare l’intero importo e nel caso in cui non potrà presentarsi al check-in perderà la caparra versata come una vera e propria penale.

Sull’efficacia di questa strategia si sono spesi fiumi di parole negli anni e ci sono ancora oggi diverse scuole di pensiero. Qualunque sia il vostro punto di vista ci sono degli aspetti concreti e tangibili a vantaggio sia del cliente che della struttura ricettiva, che dovrebbero se non altro farci riflettere:

 

Per il cliente:

-Prenotando una non rimborsabile ottiene uno sconto immediato.

-Prepagando la camera in anticipo, durante il soggiorno si eviteranno quegli spiacevoli inconvenienti legati ai plafond delle carte di credito o al problema di portare con sé grosse somme di denaro contante.

-Ci si potrà comunque cautelare contro eventuali problemi di salute che ci impediscono di partire sottoscrivendo una polizza assicurativa per il viaggio.

-Con una prenotazione non rimborsabile si riduce sensibilmente iI rischio di essere riprotetti in un’altra struttura in caso di overbooking; infatti avendo prenotato in anticipo e avendo già prepagato, gli addetti al reparto reservations tenderanno a mandar fuori qualche altro cliente che avrà magari prenotato con cancellazione gratuita oppure sotto data.

 

Per la struttura ricettiva:

– Incasso immediato del totale della prenotazione senza possibilità di rimborso.

– Una volta in struttura, avendo già saldato la camera in anticipo e quindi già ammortizzato Il costo della vacanza, il cliente sarà maggiormente propenso a spendere qualcosa in più nei servizi extra.

– Migliore programmazione delle strategie di vendita e della forza lavoro.

– Azzeramento del rischio di no-show.

– Fidelizzazione del cliente.

L’argomento rimane controverso ma è importante analizzare bene I benefici del con o senza “non-refundable rate”. Voi che ne pensate? Che esperienza avete avuto in simili situazioni?

Marco & Lorenzo

 

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt