Temporary Management


La percezione giapponese della parola management si condensa in una sola regola: seguire e migliorare gli standard.

Masaakii Imai

Chi è il Temporary Manager

In Hospitality questo termine prevede l’affidamento della gestione totale o parziale di una Struttura a Professionisti Manager altamente preparati, qualificati e motivati, con l’obiettivo di garantire continuità all’organizzazione esistente, accrescendone le competenze esistenti, e risolvendone le criticità sia negative (tagli, riassestamento economico e finanziario) che positive (crescita strutturata e sviluppo di nuovi business).

Il Temporary Manager è il perno centrale che, accanto alla consulenza e alla dirigenza tradizionale, aiuta l’azienda nel dotarsi degli strumenti necessari a migliorare  le performance ed ottimizzare “sul campo” la gestione in modo strutturato.

Il Temporary Manager, inteso come Persona o Società, è un professionista che vanta esperienza non solo in un unico comparto di mercato, ma su tutti gli aspetti riguardanti il turistico ricettivo.

Da queste esperienze e conoscenze di ambienti e mercati diversi tra loro attinge modelli funzionali e/o  alternativi, da trasferire all’interno della realtà in cui è chiamato a intervenire.

Un Azieda che offre dei servizi di Temporay Management ha uno Staff di Professionisti altamente formati, pronti e abituati a competere sul mercato globale con obiettivi ben definitivi da raggiungere e continue sfide da affrontare.

Oggi i servizi di Temporary Management sono particolarmente apprezzati dalle realtà medio/ piccole, in contesti di strutturazione, cambiamento e trasformazione in quanto uniscono esperienza e formazione a competenze tematiche, funzionali e settoriali andando così a creare il giusto mix vincente.

Come lavora un Temporary Manager

«lavorare per rendersi inutile il più presto possibile»

La formula contrattuale “a termine” genera nel Temporary Manager una preziosa indipendenza di giudizio personale delle criticità da cui trae la capacità di ascoltare le opinioni ed i pareri senza mai esserne influenzato da visioni aziendali consolidate che viene spesso chiamato a modificare.

Il suo ruolo principale di attore del cambiamento lo porta a dover avere, oltre alle competenze professionali ed alla vasta esperienza, una leadership autorevole da coinvolgere con la proprietà, il management e lo Staff  nelle nuove visioni aziendali che il cambiamento rende indispensabili.

Quando utilizzare un Temporary Manager

Discontinuità dirigenziale:

  • Affiancamento della proprietà nella gestione aziendale.
  • Assenza contingente o allontanamento di un manager
  • Integrazione successiva a nuova acquisizione.
  • Passaggio generazionale.
  • Turnover di dirigenti o di responsabili aziendali.
  • Crisi aziendale, soft o hard turnaround.
  • Internazionalizzazione.

Transizioni critiche (positive e negative):

  • Forte crescita e/o espansione.
  • Cambio di strategia aziendale.
  • Integrazione culturale e organizzativa post-acquisizione.
  • Modifica assetti finanziari.
  • Rilancio aziendale.

Progetti nel cassetto:

  • Start-up nuovi progetti, nuove attività,
  • Sviluppo di nuovi canali distributivi.
  • Ideazione nuovo brand, nuovi prodotti, innovazione.
  • Riposizionamento dei prodotti brand
  • Studio ed analisi di outsourcing di reparti e di processi

Vantaggi per la Struttura nell’utilizzo di un Temporary Manager

10 buoni motivi che lo rendono indispensabile:

  • La flessibilità di un contratto determinato
  • Avere in azienda alte capacità manageriali
  • Avere rispetto del budget assegnato
  • MAI costi aggiuntivi e MAI oneri tipici dei contratti a tempo indeterminato
  • Entrare in Struttura con il giusto approccio alle criticità, senza Rivoluzioni
  • Garantire flessibilità totale
  • Costi chiari e prestabiliti senza sorprese
  • Efficace, MAI viziato dal modus operandi Statico
  • Trasferire know-how e competenze al management interno per consolidare risultati
  • Assistere, studiare, creare e analizzare la continuità del progetto

Le nostre soluzioni

Non hanno mai dei canoni prefissati, vengono sempre costruite con la Proprietà per essere facilmente fruibili, modellate e profilate sui bisogni richiesti creando una figura chiave non solo nei momenti di crisi ma in grado di aiutare la crescita e lo sviluppo aziendale attraverso un cambiamento necessario e non invasivo.

CONSULENTE INDIPENDENTE

una figura qualificata e formata che ha sempre  ricoperto ruoli manageriali in Struttura dotata di asset di competenze sui singoli aspetti e reparti da interessare.

Questa figura lavora in autonomia per potersi focalizzare solo su progetti in cui rappresenta un valore aggiunto essendo uno specialista del settore, è in grado di intervenire secondo tempi e metodi concordati prevedendo sia una presenza sul campo che di supporto da remoto.

PERMANENT MANAGER

Una figura professionale altamente specializzata con:

  • esperienza “sul campo”
  • brillante formazione accademica
  • una forte vocazione al risultato
  • pronto a gestire in piena autonomia sia gli attuali contesti aziendali e a seguire “sul campo” il completamento delle riorganizzazioni.

Questa figura si inserisce in modo costante in Azienda e lavora a stretto contatto con la Proprietà e gli Staff assegnati con degli obiettivi da raggiungere seguendo tempi, metodi ed orari che ne garantiscono la presenza costante in Struttura.