Come sarà il turismo italiano nel post covid?

Come sarà il turismo italiano nel post covid?

Domanda che non solo mi sento fare ma che, spesso, mi faccio e condivido con albergatori e colleghi, il turismo, non solo italiano, si sta trasformando, la tecnologia crescerà sempre di più, nel travel che verrà, i viaggi saranno sempre più a portata di smartphone, guide digitali e QR code.  

Quando cambia la domanda cambia anche l’offerta.

Lo abbiamo letto sul Corriere della Sera nella sezione dedicata alle innovazioni, il XXIV Rapporto sul Turismo Italiano afferma che non si viaggia più come prima dell’arrivo della pandemia.

Indubbiamente il paradigma della domanda turistica è profondamente cambiato.  

Andiamo sempre più verso i soggiorni di prossimità in quanto le persone si muovono in modo diverso con sempre maggior attenzione alla sicurezza e all’ambiente che diventano vere e proprie garanzie di sicurezza. 

Un esempio che pone la tecnologia al centro di tutto è la realtà aumentata che va a sostituire i vecchi cartelli e che, unite al sempre maggior uso dei QR Code diventano un vero e proprio traino nell’ambito del consumo di esperienze innovative.  

La tecnologia al centro di tutto per rendere il soggiorno importante in un momento in cui assistiamo ad una vera ripresa delle prenotazioni dirette.

Aspettiamoci un finale di stagione interessante in cui credo, e spero, che i nostri booking engine, channel manager e CRM verranno messi a dura prova.

Meglio così……..